Sito in allestimento!
Lunedì - Venerdì > 9:00 - 20:00
Sabato > 9:00 - 13:00
Numero verde 800.63.45.00
EnglishFrançaisPусский
Ricerca avanzata Disegna su mappa Ricerca su mappa
Chiamaci Scrivici
Ricerca avanzata Ricerca su mappa

Taormina

“[…] La vista di Taormina ci mandò in estasi. Alla nostra sinistra, chiudendo l’orizzonte, s’innalzava l’Etna, quella colonna del cielo, come la chiamava Pindaro, stagliava la sua massa violetta in un’atmosfera rossastra perché tutta attraversata dai raggi nascenti del sole...” Dumas

“Dove sono mai i popoli che saprebbero fare, oggi, cose simili?
Dove sono gli uomini capaci di costruire, per il piacere delle folle, opere come queste?
 [...] nelle loro vene, con il sangue, scorreva qualcosa di scomparso: l'amore e il culto per la Bellezza”. Maupassan

Taormina, strapiombo sul mare, bellezza paesaggistica adornata dai monumenti che le diverse colonizzazioni hanno lasciato a testimonianza. La sua nascita fu determinata dall'arrivo profughi greci provenienti dalla città di Naxos e grazie ad essi la città vive tutt’ora l'aspetto delle varie colonie greche, a partire dalla

costruzione dell'agorà e dall'acropoli posta al vertice del Monte Tauro. Di questo periodo è anche il  simbolo per eccellenza della città, ovvero il Teatro Antico costruito nel III secolo A. C. risiede nel mezzo tra la baia di Schisò ed il Vulcano Etna.

Successiva fu la dominazione dei romani, che iniziarono i lavori di ristrutturazione dei reperti architettonici lasciati dai greci quale il teatro trasformato grazie a loro in anfiteatro o ancora per le famose “Naumachie”.

Con l’epoca Bizantina, Taormina riscopre un periodo florido; Con la caduta di Costantinopoli la città diventa capitale della Sicilia orientale nonché sede dell’arcivescovato. Il passaggio dei bizantini è evidente nella presenza di due roccaforti quali quella del monte Tauro e quella sul picco di Mola. Normanni e spagnoli si susseguirono alternando periodi floridi ad altri di forte depressione ma nell’incanto di strade medievali, del gotico della chiesa di Sant’Agostino nella splendida piazza in piazza IX Aprile, la cattedrale di San Nicola o ancora il comune, la riserva naturale di isola belle e i suoi sapori mischiati al folklore, fanno di Taormina, eccellenza Siciliana in luogo paradisiaco.